top of page

SCONFITTA AMARA PER LA LEO SHOES CASARANO: A CUTROFIANO TRIONFA MODICA

Brutta battuta d'arresto della Leo Shoes che cade ignobilmente opponendo poca resistenza contro i siciliani del Modica.

Le premesse di inizio gara erano diverse: tifosi e staff si aspettavano un continuo all'arrembaggio dopo il blitz esterno a Macerata di qualche giorno fa, ma i ragazzi, a causa anche delle due trasferte ravvicinate, non son riusciti a riconfermarsi compromettendo nuovamente la loro condizione di classifica.

La difficoltà della gara e il tasso tecnico superiore da parte dei siciliani si lasciano intravedere già dalle battute iniziali del primo set, con la squadra ospite che mette i rossoazzurri al muro, avvalendosi di un allungo che Peluso e compagni non riusciranno mai a riprendere. Primo set che vede la vittoria schiacciante di Modica con il risultato di 15-25.

Al rientro per il secondo set la trama è sempre la stessa vista nei primi 30 minuti, con gli ospiti che spingono sull'acceleratore e la squadra di casa rimane senza carburante. Il grande stato di forma di Capelli e compagni sfocerà in un set controllato totalmente da Modica che chiuderà la pratica in meno di 20 minuti. Secondo set che si chiude con il risultato di 10-25 per la squadra ospite.

I ragazzi di mister Licchelli rientrano sul rettangolo di gioco motivati e vogliosi di riscatto per i due brutti set giocati precedentemente; dopo un'iniziale fase di equilibrio, i salentini mettono in mostra la grinta che è rimasta nascosta nella prima ora di gioco; portatasi ad una distanza di tre lunghezze (16-13), la banda rossoazzurra continua a calcare sull'acceleratore, manovrando un'ottima fase di ricezione e parallelamente delle ottime azioni di attacco. Terzo set che sorride alla Leo Shoes, terminando 25-20.

Al quarto ed ultimo set, nonostante la situazione fosse in bilico nelle battute iniziali, Casarano sembra avvertire la stanchezza delle due trasferte e ricomincia a vacillare in difesa, mancando di lucidità in molte occasioni; dall’altra parte, la squadra sicula non sembra assolutamente scalfita dal terzo set e continua a buttare giù palloni importanti vogliosa di chiudere la pratica il più velocemente possibile. Dopo aver allungato il passo, la trama del quarto set diventa un senso unico dei “galletti”, con i rossoazzurri che mollano la presa dopo gli ultimi 24 minuti di “lotta” in campo. Quarto set che termina con il parziale di 13-25

Dopo questa batosta, Peluso e compagni torneranno a lavorare in vista della gara complicata in casa del Palmi, e con la consapevolezza del fatto che a quattro giornate dalla fine del campionato l'obiettivo salvezza è tutt'altro che sicuro; l’intento principale della compagine comandata da mister Licchelli rimane dunque quello di afferrare il maggior numero di punti disponibili per assicurarsi il posto in regular season anche per il prossimo anno.


Kommentare


bottom of page